musicista classico - Paolo Pasquini

Vai ai contenuti

Menu principale:

musicista classico

Paolo Pasquini si è diplomato in Pianoforte all’età di venti anni, con il massimo dei voti, presso il Conservatorio di Pesaro, sotto la guida di Maria Teresa Carunchio.

Si è perfezionato presso l’
Accademia pianistica di Imola, diretta da Franco Scala, con Boris Petrushansky, Alexander Lonquich e Jeffrey Swann; presso l’Associazione musicale di Pesaro con Sergio Fiorentino; a Roma e a Montepulciano con Emma Contestabile.

Ha ottenuto premi al Concorso Pianistico Internazionale "Chopin" di Roma e ai concorsi pianistici nazionali "Città di Macerata", "Ernesto Coop" di Messina, "Mascia Masin" di Terni, "Longo" di Salerno e "Skriabin" di Roma.

Inoltre è stato fra i sei selezionati per il concerto finale del Festival Internazionale di Interpretazione musicale da Bach a Bartók, tenuto nel 1989 presso l’
Accademia pianistica "Incontri col Maestro" di Imola.

All’interno della sua attività concertistica, ha collaborato stabilmente nel biennio 1989-1991 con il Coro ARCUM di voci bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, diretto da Paolo Lucci.

Ha inoltre partecipato al concerto finale della stagione estiva 1990 dell’Orchestra sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

Dal 1987 è stato musicista dell’opera
Fluidofiume, da James Joyce, regia di Enrico Frattaroli. L’opera è stata registrata e trasmessa dalla RAI e dalla Radio Svizzera Italiana. Inoltre è stata presentata ai festival internazionali di Dublin, Lyon, Melbourne e Sydney, al Centre Georges Pompidou di Paris, ai festival teatrali nazionali di Sant'Arcangelo di Romagna, Todi e Narni, alla Fondazione Cini di Venezia, all’Università degli studi di Salerno, a Palermo, Catania ed Enna, al Teatro Trianon e al Teatro Quirino di Roma.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu